bambiniCittadini-rivista_01-copertina

Teramo: Inaugurazione presso la Casa Circondariale della Sezione a Trattamento Avanzato Femminile per la cura della genitorialità in carcere

Domani 23 novembre 2015, presso la Casa Circondariale di Teramo, Località Cagliostro, si terrà l’inaugurazione della Sezione a Trattamento Avanzato Femminile (S.T.A.F.) per la cura della genitorialità in carcere.
Un anno fa per lo speciale Bambini Cittadini – Genitorialità in carcere, fummo ospiti del Direttore Stefano Liberatore per conoscere il progetto S.T.A.F. allora in attesa dell’avvallo ministeriale.
Il progetto S.T.A.F. ricordiamo, nasce per rispondere ad un’esigenza attuale richiamata anche dalla recente Carta dei diritti dell’infanzia.
L’intento è creare un ambiente, che richiami una casa famiglia o una sezione come l’ICAF (Sezione a trattamento custodia attenuata per il femminile), pronta ad accogliere madri con figli al di sotto dei tre anni.  Un ambiente annesso direttamente al reparto femminile, perché nel caso di Teramo, è stata recuperata una struttura che era originariamente destinata agli alloggi delle ex-vigilatrici, altrimenti in disuso.

Direttore Stefano Liberatore, Alessia Cipolla Educatrice, Amalia Sperandini Ispettore e Responsabile Sezione femminile
Direttore Stefano Liberatore, Alessia Cipolla Educatrice, Amalia Sperandini Ispettore e Responsabile Sezione femminile

Bambini Cittadini parteciperà all’evento, lieti di condividere con il Direttore e la sua equipe il successo di questo traguardo: “Sono convinto che il diritto del minore è strettamente connesso a quello del genitore di recuperare il suo ruolo. Compito primario dell’operatore penitenziario è quello di aiutare a consolidare il rapporto del padre e della madre detenuti con i figli per una loro valida risocializzazione, ed accompagnare il minore in questo percorso difficile.”