Foto di andrea palmucci

Minori stranieri non accompagnati: In Italia la legge

E’ stata approvata, ieri 29 marzo 2017, dalla Camera dei Deputati la legge “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati”, la prima in Europa.

Foto di Andrea Palmucci
Foto di Andrea Palmucci

Ricordiamo che i dati segnalati dal Ministero dell’Interno nel 2016, vedono salire al più del doppio dell’anno precedente il numero di minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle nostre coste. Indice di un grave problema umanitario,  a cui questa legge tanto voluta vuole dare risposte e azioni.

L’Italia sarà il pioniere e ci si augura che presto altri Paesi lo seguano. Sicuramente c’è da lavorare molto perché è una legge neonata, afferma con orgoglio Raffaella Milano, direttore dei programmi Italia Europa di Save the Children, uno dei protagonisti di questa battaglia iniziata nel 2013, e ci muoveremo subito per farla conoscere in tutte le sue possibilità.

 

Questa legge come risolverà i nodi pratici, reali, dell’accoglienza dei MSNA?

“Intanto – spiega la Milano – alcune misure rispondono al gravissimo problema dei ragazzi che scappano dai centri e di cui si perdono completamente le tracce. Ora la prima accoglienza potrà durare al massimo 30 giorni: la prima accoglienza è un momento cruciale e spesso diventa un “parcheggio” dove i minori non iniziano alcun percorso. Contingentare la prima accoglienza è la prima forma di protezione. Poi c’è l’indicazione dell’affidamento famigliare come preferibile all’affidamento in comunità: per i ragazzi cambia tutto, per un adolescente solo i servizi non bastano, serve avere una persona che è dalla sua parte, che lo accompagna a crescere, che lo guarda negli occhi…”

Foto di Andrea Palmucci
Foto di Andrea Palmucci

Prima di parlare di loro come migranti è assolutamente indispensabile pensarli come bambini e adolescenti.

 

 

 

Fonte: di Sara De CarliMagazine Vita