Disegno di Legge n.1260

Disegno di Legge n.1260 “Disposizioni in materia di sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino ai sei anni e del diritto delle bambine e dei bambini alle pari opportunità di apprendimento” comunicato alla Presidenza il 27 gennaio 2014.

Per assicurare l’effettiva attuazione dei diritti di ogni cittadino fin dalla nascita, la promozione delle pari opportunità e dell’inclusione sociale, l’educazione prescolare deve ricevere un’attenzione particolare e l’investimento per un’offerta di servizi educativi prescolari di qualità deve essere riconosciuto come interesse generale di tutta la comunità nazionale.  La scelta dell’ottica «zero-sei», che ridisegna il sistema dei servizi integrati dell’infanzia e la scelta del nido quale servizio educativo, non più a domanda individuale, rappresenta sia l’assunzione piena di quei diritti da parte delle politiche pubbliche, sia le risposte ai nuovi mutamenti sociali.

Per entrambi i segmenti zero-tre e tre-sei è, quindi, urgente:

  • escludere dal patto di stabilità gli interventi pubblici relativi al loro funzionamento;
  • approntare un nuovo piano straordinario per l’estensione dell’offerta e il progressivo riequilibrio territoriale fino a dar risposta ad almeno il 33 per cento dei bambini sotto i tre anni e alla totalità dei bambini tra i tre e i sei anni, prevedendo un sostegno finanziario non solo per l’istituzione di nuovi servizi e scuole ma anche per la loro successiva gestione, ridisegnare meccanismi di finanziamento pubblico che vedano un’equilibrata compartecipazione dei diversi livelli di governo alla spesa per i servizi per l’infanzia e per le scuole dell’infanzia, superare le disparità nelle condizioni di lavoro e nel trattamento economico degli operatori;
  • ridisegnare meccanismi di finanziamento pubblico che vedano un’equilibrata compartecipazione dei diversi livelli di governo alla spesa per i servizi per l’infanzia e per le scuole dell’infanzia, superare le disparità nelle condizioni di lavoro e nel trattamento economico degli operatori;
  • superare le disparità nelle condizioni di lavoro e nel trattamento economico degli operatori.

La Relazione del Disegno di Legge è consultabile a questo link

Il Disegno di Legge a questo link