foody

Foody, una star in vacanza!

Dopo 184 giorni ha chiuso l’Expo 2015, noi abbiamo incontrato Foody per un’ultima intervista, non ci ha voluto dire la sua meta ma pensiamo, visto l’abbigliamento che si stia dirigendo in segreto in qualche spiaggia assolata.

Signor Foody stanco dalla lunga kermesse?
Certo essere sotto i riflettori di tutto il mondo non è cosa da niente, sempre con gli stessi abiti e lo stesso sorriso, non che mi sia annoiato anzi ma ora devo pensare un po’ a me…

Quale sarà il destino dell’albero della vita?
Ah, quante ore ho passato lì sotto… i pochi momenti in solitudine… se non erro resterà a Rho. Dovrò ricordarmelo, forse fra qualche anno tornerò a salutarlo…ma anche no!

E tutti i padiglioni espositivi? Che fine faranno?
Considerati i non pochi soldi spesi, buona parte dei Paesi ricicleranno, in patria o altrove, il proprio padiglione. Me ne hanno offerto in dono un paio, tra cui quello vincitore dell’Angola, ma ho detto che ci avrei pensato su, non mi piace portare il lavoro a casa…

Ci può dire qualcosa in più?
Giusto un accenno, ho un aereo che devo prendere per… (fa finta di tossire)
I quattro silos della Svizzera diventeranno serre urbane in altrettanti cantoni elvetici.
Il giardino botanico del Bahrain tornerà a lussureggiare nel Paese arabo.
L’oasi del Padiglione degli Emirati Arabi Uniti sarà ricollocata a Masdar City.
Mentre le sfere dell’Azerbaijan diventeranno un centro per la tutela della biodiversità nella capitale, Baku.
Alcuni padiglioni saranno riutilizzati per scopi sociali e progetti di cooperazione internazionale:  Il villaggio della onlus Save The Children troverà collocazione nel campo profughi di Jarahieh, in Libano; il padiglione Coca Cola, che ha le dimensioni di un campo da basket regolamentare, resterà invece a Milano, per diventare un centro sportivo.
Molti Stati hanno poi deciso di donare le parti “simbolo” dei loro padiglioni: gli alberi più imponenti dell’Austria saranno ripiantati in una foresta nei pressi di Bolzano; le colonne del Vietnam saranno donate al Comune di Alassio, in Liguria.
Saranno totalmente demoliti, invece, i padiglioni di Cina, Germania, Spagna, Thailandia, Qatar e Uruguay. Ora però devo partire… mi potrà trovare comunque al mio rientro…  mi convenga che saprà di ciò dalla cronaca non solo nazionale ma internazionale, d’altronde l’Expo 2015 è finito ma presto ne verrà un altro e io, dovrò indossare di nuovo i colorati abiti della mascotte.

E’ il mio destino, lei ha il suo, di cui non voglio sapere nulla mi perdoni, è io il mio… (sospira compiaciuto)

foody a roma

Bye Bye Fufy, cioè Foody!

Mentre va via, rifletto sul mio destino che non prevede per ora un viaggio di relax ma poi… mi torna in mente che la prossima edizione Expo 2020 si farà a Dubai. Non gliel’ha detto nessuno?

O forse, è lì che sta andando in vacanza!
Foody è un professionista… sicuramente… forse…