Archivi categoria: Petizione per una legge di riforma

Save the Children: una petizione per asili nido, mense e sostegno educativo per tutti

Io ho firmato! Fallo anche tu, firma adesso!

Questi sono i tre punti principali per un immediato contrasto alla povertà.

1 - ASILI NIDO PER TUTTI, attraverso la riforma del sistema di istruzione 0-6 anni per rendere i servizi per l’infanzia un diritto di tutti, fruibili da tutte le famiglie che ne fanno richiesta, in modo uniforme in tutto il territorio nazionale.

2 - MENSA SCOLASTICA UGUALE PER TUTTI. Chiediamo che la mensa diventi un servizio pubblico essenziale e uniforme sul territorio italiano, e che si sblocchino i fondi europei già stanziati e non ancora investiti per l’apertura di mense nelle scuole più svantaggiate.

3 - ATTUAZIONE IMMEDIATA DEL PIANO DI CONTRASTO ALLA POVERTA’ IN ITALIA. Il Piano di contrasto alla povertà varato recentemente dal Parlamento deve segnare l’inizio di un intervento su larga scala e continuativo che abbia al centro la lotta alla povertà minorile in tutte le sue forme. Chiediamo che il Governo vari i decreti attuativi al più presto, rafforzando in modo strutturale i servizi sociali ed educativi, a partire dai territori più deprivati, per garantire ad ogni bambino in povertà un effettivo sostegno educativo e sociale.

Save the Children sul sito www.illuminiamoilfuturo.it spiega perché un futuro potrebbe non decollare mai.

DISEGNO di LEGGE 1260: Domani MANIFESTAZIONE a PINETO

DISEGNO di LEGGE 1260: DOMANI MANIFESTAZIONE a PINETO!

Ci si incontra tutti domani a Pineto per continuare con la raccolta firme a favore del DISEGNO di LEGGE 1260 che  crede nei diritti dei bambini di poter godere di servizi di qualità, come ASILI NIDO e SCUOLE dell’INFANZIA in continuità tra loro all’interno di un SISTEMA INTEGRATO, con personale qualificato e ad un costo adeguato, esenti dal PATTO di STABILITA’ cioè senza vincoli di spesa e assunzione di personale; con adeguato piano di cofinanziamento dal 2014 al 2020 da parte dello Stato; collocati all’interno del MINISTERO dell’ISTRUZIONE; con precise funzioni e compiti dello STATO, delle REGIONI, dei COMUNI.

Disegno Legge 1260 Manifestazione Pineto
Disegno Legge 1260 Manifestazione Pineto

MANIFESTAZIONE A PINETO:

Si parte da Piazza della Libertà alle 14,30 con un corteo  e il lancio finale di tanti palloncini a dimostrazione della richiesta  e della necessità di un concreto cambiamento!

A seguire al Teatro Polifunzionale alle ore 16,30 ci sarà un seminario sul DISEGNO LEGGE 1260 e una Tavola Rotonda con numerosi illustri partecipanti.

VI ASPETTIAMO DOMANI

alla MANIFESTAZIONE a PINETO per il DISEGNO di LEGGE 1260!

 

Giornata nazionale dedicata ai servizi per l’Infanzia 0/6

Ricordiamo che al Senato, lo scorso gennaio, è stato presentato il Disegno di Legge n.1260 che, se approvato, regolamenterà i servizi per l’infanzia da zero a sei anni in tutta Italia.

Oggi, martedì 2 dicembre 2014, si festeggia la Giornata nazionale dedicata ai servizi per l’Infanzia 0/6, tante le iniziative in tutta Italia!

Per chi ancora non ha firmato e vuole invece aiutare il cammino di questo importantissimo Decreto Legge ricordiamo che è ancora possibile farlo online al sito:

http://www.grupponidiinfanzia.it/una-legge-da-prendereal-volo/

per richiedere tutti insieme, servizi di qualità e in continuità tra loro, personale qualificato, costi adeguati: Perché andare al nido sia un diritto di ogni bambino.

 

Per maggiori informazioni consultare:

la rivista Bambini Cittadini dove è possibile leggere un articolo di riferimento;

www.parlamento17.openpolis.it/atto/documento/id/31456

 

Senatrice Puglisi: Asili nido e scuole per l’infanzia antidoto alla diseguaglianza

Conferenza stampa in Senato a favore del disegno di legge 1260.

Roma. Lo scorso giovedì 10 luglio 2014 presso la sala stampa di Palazzo Madama si è tenuta un’importante e urgente conferenza di presentazione del disegno di legge 1260, cui ha partecipato in rappresentanza dell’appello per una nuova legge 0-6 il Gruppo Nazionale Nidi Infanzia e i Gruppi territoriali regionali, tra cui l’Abruzzo con l’intervento della coordinatrice Anna Ferrante, i pedagogisti universitari rappresentati da Anna Bondioli.
Esplicito l’impegno espresso dalla senatrice Francesca Puglisi (Pd), ”Per la prima volta gli asili nido (…) non sono intesi come strumento di welfare, ma come prima tappa di un percorso di educazione e istruzione. Crediamo che solo con un’educazione di qualita’ fin da subito i bambini abbiano pari opportunita’ per battere la diseguaglianza di partenza”.

Senatrice Francesca Puglisi
Senatrice Francesca Puglisi

Con lei gli altri senatori della VII Commissione chiamati a seguire l’iter legislativo, per far sì che al più presto il disegno legge si traduca in riforma. Nella stessa giornata scadeva infatti il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti per modificare il ddl. n.1260, una sessantina nel totale, resi pubblici dopo la discussione in Commissione Istruzione; i passi successivi dovranno portare all’approvazione della legge.

Le 20mila firme raccolte e presentate in conferenza stampa, sono la voce di tutti coloro che credono e vogliono che i servizi per la prima infanzia siano un diritto educativo di tutti.

FIRMIAMO TUTTI PER UNA LEGGE DI RIFORMA DEI SERVIZI EDUCATIVI 0/6 ANNI

Firmiamo tutti per una LEGGE di riforma dei servizi educativi o/6 anni.

La raccolta delle firme a sostegno della mozione per una legge 0/6 anni è prorogata fino al 15 giugno 2014.

Sono già state raccolte diverse firme a sostegno della mozione per una legge di riforma dei servizi educativi 0/6 anni. Tuttavia vogliamo prorogare il termine fino al 15 giugno 2014, accogliendo in tal modo le richieste che ci arrivano da molte parti d’Italia per esprimere con grande forza la necessità e l’urgenza di una legge a sostegno del sistema 0/6 anni.

Proprio in questo periodo è in discussione alla VII Commissione delSenato il disegno di legge n. 1260 “Disposizioni in materia di sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino a sei anni e del diritto delle bambine e dei bambini alle pari opportunità di apprendimento” (prima firmataria senatrice Francesca Puglisi) che va nella direzione auspicata da noi e che delinea un quadro organico in sintonia con gli ultimi indirizzi della Commissione Europea, prevedendo inoltre fonti difinanziamento certe e un solo Ministero di riferimento per i servizi educativi e per le scuole dell’infanzia.

Tra i punti di forza e di condivisione del disegno di legge, segnaliamo in particolare:

- il rilievo dato alla funzione educativa dei servizi 0/3 e delle scuole dell’infanzia, visti in continuità tra loro sul piano progettuale;

-un rilievo questo coerente, finalmente, con quanto affermano da tempo (e sempre con più evidenza nelle recenti ricerche) le scienze psicologiche e pedagogiche, ma anche le neuroscienze e le scienze economiche, tutte concordi nell’affermare il prezioso investimento sull’infanzia, in termini di capitale umano;

-il superamento, per la fascia 0/3 anni, della definizione di servizio a domanda individuale, una delle cause principali che hanno ostacolato la capillare diffusione a livello nazionale dei servizi rivolti a questa fascia d’età;

-il rientro in campo da parte dello Stato, oltre che con un piano organico di finanziamenti, anche con la definizione o ridefinizione dei livelli essenziali delle prestazioni del sistema, affinché i diritti delle bambine e dei bambini siano garantiti al di là del territorio in cui vivono.

E’ questa pertanto un’occasione straordinaria per rilanciare politiche non occasionali per l’infanzia, che puntino a creare un sistema di servizi sostenibili e di qualità, ad incrementare l’occupazione femminile diretta e indiretta, ad avvicinarci al 33% di offerta nei servizi educativi, attuare la generalizzazione nella scuola dell’infanzia e impegnare lo Stato in modo continuativo.

La petizione può essere firmata a questo link

 

Per ulteriori approfondimenti si consiglia il sito http://www.grupponidiinfanzia.it