Archivi categoria: poesie per bambini

Il Maggio dei Libri 2018

maggio2018Il Maggio dei Libri rinnova il proprio appuntamento con l’obiettivo di sottolineare il valore della lettura quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.

 

ochemaggioUn gruppo di oche selvatiche in volo, cavalcate da persone che leggono, è l’immagine di quest’anno, realizzata dall’illustratrice Mariachiara Di Giorgio: “Vo(g)liamo leggere”.

Il messaggio non potrebbe essere più chiaro, leggere ti porta lontano, ci consente di raggiungere tutti i mondi possibili, questa è la magia delle parole.

Anche quest’anno vengono proposti 3 filoni tematici ai quali ispirarsi per i contenuti delle proprie iniziative durante la campagna:

  • Lettura come libertà;
  • 2018 Anno Europeo del Patrimonio;
  • La lingua come strumento di identità.

Il primo tema rimanda allo sviluppo ed esercizio della libertà individuale, di pensiero critico e quindi di azione, che si affina grazie alla lettura. Ma libertà è anche saper scegliere cosa, come e dove leggere, avere il coraggio di essere se stessi e affrontare la vita. Nel 2018, inoltre, ricorrono i 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione italiana i cui principi si fondano sulla libertà.

Il secondo tema è invece collegato all’Anno europeo del patrimonio culturale.

Il terzo tema: “Dimmi come parli e ti dirò chi sei” è, ben più che un modo di dire, il senso più autentico della conoscenza di una lingua. Non solo strumento di comunicazione, essa rivela la nostra visione del mondo, il nostro stile di vita, plasma la realtà e ne modifica valori e significati.

Ogni regione d’Italia per tutto il mese di maggio presenterà numerose iniziative, come la nostra regione, l’Abruzzo (qui).

gbTra le iniziative, quella organizzata dalla Biblioteca Comunale di Ortona, diretta dall’eccellente Tito Vezio Viola, che ringraziamo perché ospiterà “Guerra bambina” di Simona Novacco, il prossimo 10 maggio alle ore 17,00, presso la Sala Rotary. L’autrice presenterà la raccolta poetica ad un pubblico di bambini (dai 6 ai 10 anni), a genitori ed educatori, intrecciando la lettura delle poesie a momenti laboratoriali. Ricordiamo che il ricavato del libro andrà in beneficenza all’Associazione Umanitaria Support and Sustain Children.

ocaAllora, un passaggio da un’oca selvatica alla biblioteca o libreria più vicina, e buona lettura a tutti!

 

Buon Natale

pupazzao di neve

L’inverno è di ghiaccio

freddo il suo abbraccio

gelo di voce glaciale

ecco cos’è la nenia

BUON NATALE 

che sente il pupazzo di neve

figlio d’inverno speciale.

bambino-e-pupazzo-di-neve

Auguri a tutti voi!

Poesia di Simona Novacco dalla raccolta Cosmonauti

Halloween una poesia scacciapaura

In giorni così bui, una poesia scacciapaura… che tutte le paure porti via!

 

castle-halloween

 

 

 

 

 

 

Schegge di punte di stelle

acqua di un pozzo senza fondo

piume di nuvole passeggere

spicco il volo dalla torre

lo stregone ancora corre

e il castello è già mattone

ombra, puntino.

 

 

 

gatto-halloween

 

Poesia di Simona Novacco

Buone vacanze!

Buone vacanze a tutti!

Antonella Abbatiello, I Sogni delSerpente

L’estate è un ritornello tra tutti il più bello
canta del sole del caldo del mare
canta dell’ora della vacanza. 
Canta la storia del bimbo conchiglia
sotto nel mare fa la sua danza.
Ecco la voce che senti
quando all’orecchio l’affianchi.

Cartolina

Ci vediamo a settembre!

Immagine grafica di Antonella Abbatiello - I sogni del Serpente

Foto Messinia di Michail Levitikos

Estate è una poesia di Simona Novacco

Carnevale

animali carnevaleA Carnevale ogni poesia vale!

A scuola troverò
oggi che è Carnevale
una compagnia per nulla banale!

 

arlecchinoCi sarà Arlecchino
colorato e birichino
con il cappello e il batocio
lesto a dare un bacio
a Colombina, sua fidanzatina
servetta maliziosa e assai carina!

carnevale-maschera-pantaloneSuoni di trombetta e di denari
con Zio Paperone e il mercante
Pantalone, ricchi milionari
certo molto avari!

color+brighellaPer chi pensa all’amore
ci sarà Brighella
sentimentalista ad ogni ore
pronto con lo strumento a suonare
una canzone per chi vuole amare!

fata turchinaPer chi è stato un bambino
malandrino, ci sarà fuori
dell’angolino la Fata Turchina
pronta a darvi la manina
perché si può sbagliare
ma l’importante è rimediare!

principesseNon mancheranno cavalieri
principi e principesse
con cavalli fieri
armature e scudieri
diademi e nastri
trai lunghi capelli
biondi, rossi e neri!

pirataEntrerà nella mischia
una fatina con ali trasparenti
e in punta di piedi una ballerina
con il tutù, e Cappuccetto Rosso
in compagnia di un Pirata
a fare a tutti cucù!

kit-costume-darth-vader-da-bambinoPer chi è coraggioso quanto me
invece ci sarà un Darth Vader
da combattere, in classe
o nella galassia accanto!
Impugnerò la spada luminescente
e cercherò l’attacco vincente!

 

A Carnevale ogni poesia vale! testo di Simona Novacco

Poesia della Befana

Una poesia a farci compagnia nella dolce attesa di Befana!

Arriva! Arriva la Befana
vola già da una settimana
per essere puntuale
e regalare il gran finale!

Allora, chiudi gli occhi bel bambino
dolci sogni senza carbone
fino all’alba del mattino.

Apri, i pugni pian pianino
guarda ora da vicino
caramelle cioccolate e liquirizie
tante, molte nel calzino!

 

Poesia della Befana di Simona Novacco

Colora le calze dei regali e Befana! (clicca sui disegni di nonna Melina)

 

Halloween una poesia scaccia paura

Halloween una poesia scaccia paura

Zucca arancione
scheletro bianco
già in posizione
col gatto stregato
della megera, seduta di fianco.

Accendi un lumino
mio dolce bambino
stagli vicino
che soffia il fantasma
stagli vicino
che arriva il babau
lascia del latte e un biscottino
accanto al lumino
e al tuo cuoricino.

Parla pianino, fatti piccino
come il folletto dietro al cuscino.

Parla pianino, fatti piccino
accendi un lumino
mio dolce bambino
stagli vicino
lascia del latte e un biscottino
accanto al lumino
e al tuo cuoricino.

Halloween batte alla finestra
anime matte che fanno festa
anime scure senza paure
notte d’incanti notte di canti
notte maestra di tutti quanti.

Parla pianino, fatti piccino
ma se vedi qualcuno
mio dolce bambino
strega fantasma, chi esso sia
offrigli latte e un biscottino
spegni il lumino fai un sonnellino

Shhh!

senza paura andranno via.

 

Halloween  una poesia scaccia paura di Simona Novacco

Immagine da picjumbo.com

Agosto

Agosto… dalla prima poggia estiva una poesia per tutti i bambini.

Agosto

La prima pioggia è arrivata
ma l’estate ancora non è terminata
il mese d’agosto profumerà presto di mosto
ma il sole resterà con noi ad ogni costo!

Dopo l’estate c’è l’autunno
ogni stagione avrà il suo turno
ma non c’è andata senza ritorno
dal sole che giocherà a nascondino
alle foglie che si coloreranno di marroncino
dalla neve che scenderà pian pianino
ai fiori che dal prato faranno capolino.

Questo è il racconto delle stagioni
ogni giro un’avventura
per noi bambini senza paura!

 

Agosto – poesia di Simona Novacco

La vera storia della Befana in una poesia

La vera storia della Befana in una poesia

Babbo Natale ha un’amica
che si chiama Befana
ed è una vecchina.

Befana viveva in un villaggio
di un paese lontano
e per arrivarci
è un lungo viaggio.

In una una notte invernale
dal clima glaciale
non in una casa bensì in una stalla
non troppo lontana dal suo villaggio
sarebbe nato il Bambino saggio.

Non tutti lo sapevano, non tutti lo dicevano
non tutti lo pensavano ma molti ci speravano.
Tra loro tre viaggiatori
alla sua ricerca come santi esploratori.

Presto però persero di vista
nel cielo quella scia
l’unica ad indicare, la giusta via.

Interdetti tra loro
borbottavano a denti stretti:
La cometa si è nascosta!
Dietro le gobbe del cammello!
Sotto il tuo mantello!

Nella mirra?
Riflessa nell’oro?
Perché non nell’argento?

Forse è andata verso la costa?
Nel profondo del mare
una stella dobbiamo cercare.

Non son certo, l’astro marino
non possiede una coda lucente.
Ho un’idea, chiediamo alla gente!

Si guardarono attorno
e solo l’eco faceva ritorno
poi videro una casa
piano si avvicinarono
e all’uscio bussarono.

Toc, Toc, Toc tre tocchi, poi sentirono
Noc, Noc, Noc tre passi, poi pensarono
e ancora Noc Noc Noc e poi: Buongiorno Signori!
Befana aprì la porta ai tre viaggiatori.

Gentil signora
ci scusi per l’ora
può essere la nostra stella
per la via di Betlemme?

Questa è l’ora del bucato e dello stufato
ma la via è semplice
sempre dritto, contate tre dune
poi a sinistra, contate tre lune
seguite la fonte, unica complice.

Grazie Befana
dolce vecchina
unitevi al viaggio
andiamo dal bimbo saggio
a rendergli omaggio.

E’ presto per i fiori di maggio
e un buon massaggio
vacanze non posso prendere
la primavera dovrò attendere!

I tre viaggiatori partirono.
Befana e gli aghi cucirono
calze, gonne e fazzoletti
toppe piccole e grandi
ma nessuna rattoppò
la sua solitudine, ohibò!

Uscì di corsa tra la via
cercava i viaggiatori
la cometa, la scia
per raggiungere il bambino
e salutare il piccolino.

Povera vecchina, nulla più trovò
delusa però, ci provò
e una caramella
davanti ad ogni porta lei lasciò.

Per tutti i bambini del mondo
per un dolce girotondo
una caramella a fare capolino
per quel piccolo bambino.

La vera storia della befana in una poesia è di Simona Novacco